LA CANDELORA

2 Febbraio

(testo e foto di Angelo Cucco)

Il mese di febbraio sboccia con una festività legata a Nostro Signore: la Presentazione al Tempio. In siciliano la festa prende il nome di Cannilora perché è prevista nel rito una processione liturgica con le candele appunto.

A Castelbuono la Cannilora segna la fine dell’Inverno come ricorda il detto “ pà Cannilora du ‘nvern siim fora”, si crede inoltre che in questo giorno le galline facciano il primo uovo “ pà Cannilora a puddascia nesci a ova”. Passiamo comunque ad analizzare i riti compiuti a Castelbuono.

Le tre Parrocchie:

nelle tre parrocchie la festa è celebrata secondo il rito canonico che prevede la processione delle candele esterna.

San Nicola:

la Cannilora è propria della chiesa di San Nicola. Checché se ne dica è sempre stata questa chiesa a raccogliere i fedeli in questo particolare giorno. Il rito delle candele è accorpato ad una piccola processione esterna con Gesù Bambino. Una coppia di sposi novelli, del quartiere o in generale del paese, conduce il Bambinello per un breve tragitto simulando la Sacra Famiglia nella Presentazione del Tempio.  I fedeli con le candele precedono la coppia e il prete “facendo luce”. Le candele verranno conservate dai fedeli per accenderle nelle necessità.

0 Responses to “Candelora a Castelbuono”



  1. Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger cliccano Mi Piace per questo: