Il Carnevale di Bisacquino si apre alcune settimane prima con le serate danzanti presso i circoli delle associazioni.
L’inversione tipica del Carnevale è segnalata, a Bisacquino, dal mascherarsi delle donne con la tipica tunica nera a mantello lungo del Dominò. Sono loro, rese non riconoscibili, a corteggiare ed invitare a ballare gli uomini.
La domenica e il martedì di Carnevale ha luogo la sfilata dei carri allegorici, ma l’aspetto tradizionale è legato alla figura di Piddu, personificazione del Carnevale.
Una particolare tradizione, inoltre, indica il Venerdì di Carnevale come “di zuppiddi” e invita gli uomini a  mangiare uova per non perdere “la virtù” (il grillo).
Coniugando queste due tradizioni è nata la figura du Zupiddu.
Il martedì sera si rappresenta il corteo funebre di Piddu (un fantoccio dentro una cassa), seguito da maschere che schiamazzano e suonano conchiglie (brogne). A mezzanotte la chiesa suona “u sinnu” per indicare l’inizio della “Quaresima” e si arde il fantoccio.

Annunci

0 Responses to “Carnevale a Bisacquino”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




ottobre: 2017
L M M G V S D
« Apr    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 10 follower


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: